IADC THERAPY è uno specifico e particolare trattamento del lutto grave e complicato, scoperto da Allan L. Botkin (2005), psicologo americano che ha lavorato per venti anni presso l'Ospedale del Department of Veteran Affairs nel distretto di Chicago, con i reduci della Seconda Guerra Mondiale, della Guerra di Corea, della Guerra del Vietnam e del Desert Storm. Botkin Si è specializzato nella diagnosi e nella cura del disturbo post-traumatico da stress (PTSD)

IADC significa Induced After Death Communication, comunicazione post-mortem indotta. 
La tecnica parte dall'applicazione dell'EMDR, ma si discosta sensibilmente dai protocolli standard, per tale motivo la ricerca che sostiene l'uso dell'EMDR non supporta ancora il metodo di A. Botkin, nonostante i risultati ottenuti nella cura del lutto complesso e del PTSD. 

Botkin si accorse che durante il trattamento del PTSD con l'EMDR, in cui le stimolazioni bilaterali alternate erano più prolungate rispetto al protocollo standard, i pazienti veterani traumatizzati per la perdita di compagni di guerra, improvvisamente sentivano una leggerezza e una profonda gioia per la percezione della presenza del compagno defunto, come se fosse accanto al paziente, e con il quale iniziava una conversazione che portava immediato sollievo e speranza. 

Botkin cominciò ad approfondire l'argomento dei fenomeni di contatto post-mortem recuperando le ricerche e gli studi di Raymond Moody sulla "vita oltre la vita" e le "esperienze di premorte" o NDE (Near Death Experience)

Dopo avere avuto tali esperienze i veterani di guerra traumatizzati non avevano più quel sentimento di tristezza profonda e il sentimento di gioiosa riconnessione con i compagni defunti non era cambiato.
L'esperienza della IADC permette ai pazienti che sono in lutto di sviluppare il loro senso di legame continuativo con il defunto, con i continuing bonds, ovvero legami continuativi. Il risultato nella vita delle persone è che si assiste ad una marcata riduzione della tristezza, delle emozioni negative connesse con la perdita e spesso una sensazione di gioia. 

Claudio Lalla, medico, psicologo e psicoterapeuta ha portato in Italia il metodo della IADC diventando il referente per la IADC Therapy in Italia

Bibliografia:
A. Botkin - Comunicare oltre la morte - Ed. Uno Editori e IONS, 2014
R. Moody - La vita oltre la vita - Ed. Mondadori, 1984
R. Moody - La luce oltre la vita - Ed. Mondadori, 1989
C. Lalla - Perdita e ricongiungimento - Ed. Mediterranee, 2021





 
  • Facebook
  • LinkedIn
  • YouTube